Condividi questo articolo

Samsung sta chiudendo i suoi progetti Linux ubuntu su DeX dopo soli 11 mesi.

 

Samsung ha terminato il suo programma Linux Ubuntu su DeX beta nonostante non abbia ancora lanciato una versione stabile dell’alternativa Android, portando a termine il progetto Linux che avrebbe fornito agli utenti un’altra versione di software.

In un’e-mail inviata ai tester, il colosso della tecnologia sudcoreana ha dichiarato che non avrebbe più fornito supporto per il programma per i futuri sistemi operativi e dispositivi.

Questo significa che non ci saranno ulteriori aggiornamenti dell’app o della versione corrente di Ubuntu in uso.

L’annuncio coincide con l’implementazione di Android 10 e il nuovo sistema operativo aggiornato di Google, che non fornisce supporto Linux su DeX.

“Vorremmo ringraziare gli utenti per il supporto e l’interesse per il programma beta su Linux su DeX (LoD)”, ha dichiarato la società in una nota.

“Abbiamo deciso di chiudere il programma beta che terminerà il supporto per LoD su Android 10. Samsung si impegna a offrire un’esperienza mobile innovativa e continuerà a esplorare una migliore produttività mobile.”

 

La società ha avviato la beta privata per il progetto a novembre 2018 che ha permesso a Linux di svilupparsi su determinati dispositivi Galaxy in modalità DeX.

Samsung DeX consente agli utenti di collegare i propri smartphone o tablet con i monitor per simulare un’esperienza simile a quella di un desktop. Inizialmente è stato offerto come docking station per telefoni, ma ora gli utenti possono collegare direttamente i propri dispositivi ai monitor  tramite un cavo USB-C .

Samsung prevede un calo degli utili del 56% per il terzo trimestre di quest’anno a causa di una flessione del mercato del settore. Il suo business mobile, tuttavia, dovrebbe tornare accettabile con il rilascio del suo Galaxy Note 10 .

Non sono tutte buone notizie per il business mobile dell’azienda, poiché è stato rivelato la scorsa settimana che i lettori di impronte digitali ad ultrasuoni sui dispositivi Galaxy S10 e Galaxy Note 10  potrebbero essere bypassati  attraverso una cover in silicone.

Samsung ha promesso che avrebbe lanciato un aggiornamento software per risolvere il problema nei prossimi giorni.


Condividi questo articolo