phpMyAdmin, preparazione all’utilizzo di software CMS

In un precedente articolo abbiamo visto come trasformare il pc in un server utilizzando il programma XAMPP, con questo articolo cominciamo ad effettuare i preparativi per utilizzare in futuro dei programmi CMS.

Ci servirà per comodità un’applicazione per gestire i database al fine di evitare di digitare a terminale del codice sql, a tale scopo sarà utile scaricare phpMyAdmin.

Una volta salvato il file compresso “.zip” dovremo estrarre la cartella contenuta e copiarla nella directory c:/xampp/htdocs/, in seguito consiglio di rinominare la cartella appena copiata con un nome breve (per esempio  phpMy).

Fatto questo avviamo xampp, nel pannello di controllo  attiviamo i servizi apache e mysql, clicchiamo il tasto admin corrispondente a quest’ultimo ed avremo cosi accesso al phpMyadmin che non è lo stesso che abbiamo inserito noi. Xampp infatti propone un accesso standard senza password all’ambiente mysql, dovremo quindi apportare una modifica. Per maggiore sicurezza è bene accedere all’account utenti, cliccare su “modifica privilegi” in corrispondenza dell’utente “root localhost” e cliccare infine su cambia password, inserendone una a nostro piacimento.  Fatto questo digitiamo sulla barra del browser in seguente indirizzo http://localhost/phpMy/ e dopo aver digitato la password accediamo nuovamente a phpMyAdmin, questa volta però protetti.

Non è possibile in un articolo analizzare tutte le proprietà di un database mysql, a noi interessa utilizzare phpMyAdmin per gernerare i database e per creare dei codici sql di salvataggio, poichè i programmi “CMS” che andremo ad analizzare ci chiederanno il nome del database da utilizzare ed in seguito procederanno alla compilazione in automatico. Vediamo quindi come creare un database. Sulla barra in alto selezioniamo l’opzione database, nel campo vuoto andiamo a scrivere il nome che preferiamo dare (non può essere intervallato da spazi), volendo possiamo anche impostare la codifica caratteri, infine clicchiamo sul tasto crea ed il gioco è fatto (vedi figura 1).

myphp
Figura 1

 Sarà utile fare anche dei salvataggi periodici del database, procediamo cliccando su “esporta”,  in seguito selezioniamo il metodo di esportazione “personalizzato”, formato sql, in database selezioniamo il database di nostro interesse ed infine clicchiamo su esegui in fondo. Il file generato potrà ricreare il database cliccando su importa nella barra in alto e selezionando con l’opzione “sfoglia” il file “sql”.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO