Microsoft rilascia il codice sorgente del suo primo prodotto: GW-BASIC

atari

Microsoft ha rilasciato il codice sorgente per GW-BASIC, l’interprete del linguaggio di programmazione creato nel 1983, a quel tempo la società aveva solo due membri: Bill Gates e Paul Allen.

GW-BASIC è un software molto speciale come primo prodotto Microsoft . È stato originariamente rilasciato per il microcomputer Atari 800 e presto altre versioni con licenza hanno iniziato ad apparire su altre piattaforme. Alla fine del decennio Microsoft ha negoziato con vari fornitori, incluso IBM, per concedere in licenza un interprete BASIC per i propri computer e VISUAL BASIC è diventato una dei linguaggi standard su Apple II.

Dopo il successo di Atari, il resto dei produttori ha reso BASIC una funzionalità standard per quasi tutti i computer di casa ed il suo uso è cresciuto fino al punto di superare l’insieme dei restanti linguaggi. Molti programmi, in particolare quelli su Apple II e PC IBM, si basavano su Microsoft BASIC e non potevano essere utilizzati senza di esso. Bisogna precisare che il codice sorgente GW-BASIC è un linguaggio assembly al 100%, il che significa che è un linguaggio di basso livello creato per una specifica architettura di chip.

Bill Gates e Paul Allen hanno giocato bene le loro carte e hanno usato la loro licenza d’utilizzo per influenzare le negoziazioni con i venditori di computer dell’epoca. All’inizio degli anni ’80, Microsoft BASIC è stato portato su molte piattaforme specifiche OEM e per i processori più popolari, 8088, 6502, 6809, Z80 e altri. Fu il primo software Microsoft che contribuì alla nascita di  un gigante dell’informatica.

Il codice sorgente GW-BASIC è disponibile su GitHub nel formato originale,  non vengono accettate richieste di modifica e non sono inclusi strumenti per generare file binari eseguibili.

GW-BASIC segue le fasi di rilascio del codice MS-DOS , prodotto che ha effettivamente messo in orbita una Microsoft sconosciuta e che è servito come base per il passaggio alle interfacce grafiche con Windows 95.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO