L’isolamento dovuto al coronavirus aumenta la videoconferenza a livelli storici

webrtc

” Oggi è il giorno più grande per la videoconferenza nella storia del pianeta terra. Di gran lunga,  ha dichiarato Justin Uberti su Twitter, una delle persone che conosce maggiormente e ha le informazioni di prima mano su questo argomento. L’ha scritto ieri , il primo giorno in cui la solitudine di mezzo mondo è diventata effettiva.

Justin Uberti è un ingegnere di Google che attualmente lavora al sistema di gioco online Stadia, sebbene sia noto per essere il creatore dell’applicazione di videoconferenza Google Duo e, in particolare, per essere stato il creatore dello standard di comunicazione WebRTC , un protocollo open source utilizzato da numerosi servizi e applicazioni tra i quali Google, Microsoft, Apple e Mozilla.

Uberti ha supportato la sua affermazione in alcuni dati che ha finito poi per cancellare, nonostante il suo tweet originale sia ancora disponibile; Dati basati sulle metriche relative alle videoconferenze tramite il WebRTC interno di Google e che forse non riusciva a rivelare, ma ciò non sorprende se si considera la situazione in cui ci troviamo in gran parte del mondo sviluppato.

La situazione in cui il coronavirus ci ha messo è insolita nel mondo di oggi, ma a differenza di ciò che abbiamo vissuto in altre occasioni, abbiamo la tecnologia per alleviare la nostra esistenza e rimanere in contatto, con la videoconferenza come prodotto di punta che ci consente di parlare e vederci in tempo reale.

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO