La 24 ore di Le Mans quest’anno sarà virtuale

lemans

La 24 Ore di Le Mans è senza dubbio una delle competizioni più prestigiose nel mondo automobilistico. Vicino a compiere il suo primo secolo di esistenza (la prima edizione si tenne nel 1923), mette alla prova, più di ogni altra, la resistenza di piloti e automobili. Una sfida che, come suggerisce il nome, costringe i veicoli a sfruttare al massimo quelle 24 ore per percorre più strada possibile. Il vincitore, ovviamente, è colui che ha percorso il maggior numero di chilometri alla scadenza del tempo prefissato.

Tradizionalmente, la gara si è sempre tenuta a giugno ma, naturalmente, quest’anno poche cose possono essere fatte in modo tradizionale a causa del coronavirus. L’organizzazione di Le Mans,  ha saggiamente annunciato già a marzo che l’edizione 2020 sarebbe stata ritardata di alcuni mesi. Tuttavia, apprendiamo che la competizione non mancherà al suo classico incontro di giugno, poiché l’organizzazione ha riferito che il 13 giugno si terrà un’edizione virtuale della gara.

La 24 Ore virtuale di Le Mans impegnerà i piloti professionisti e le star dello sport in una gara di endurance di 24 ore con il gioco per PC  rFactor 2 , disponibile su Steam  che diventerà l’alternativa al circuito di Sarthe, che quest’anno dovrà aspettare fino a settembre.

Come nella gara reale, questa 24 ore di Le Mans virtuale misurerà la resistenza dei piloti, costringendo ciascuno dei partecipanti a rimanere al volante per non meno di quattro ore fino ad un massimo di sette. A tal fine, si formeranno squadre che, secondo Gérard Neveu, capo della FiA WEC, riuniranno case automobilistiche e piloti professionisti, inoltre in questa occasione le porte saranno aperte anche ai professionisti degli eSport che gareggiano sui circuiti virtuali da anni.

Non è ancora noto se l’organizzazione venderà i diritti di trasmissione alle reti televisive di tutto il mondo o, al contrario, poiché si tratta di un evento di questo tipo, sceglierà di utilizzare una piattaforma online, come Twitch , YouTube o Facebook Gaming  aperta a tutti.

Una delle poche conseguenze positive che sta avendo la pandemia è che, a causa della cancellazione di tutti gli eventi sportivi “tradizionali”, gli eSport hanno guadagnato il risalto richiesto da anni. Il perfezionamento che hanno subito nel tempo, insieme al fatto che i professionisti delle versioni offline di alcune discipline sportive hanno aderito alle loro varianti virtuali, stanno dando una spinta importante agli sport online,  questa 24 ore di Le Mans è un altro passo in questa direzione.

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO