FSF invia un disco rigido a Microsoft per ottenere il codice sorgente di Windows 7

windows box4

La Free Software Foundation ha inviato un disco rigido a Microsoft per ottenere il codice sorgente di Windows 7 . In concomitanza con San Valentino, l’organizzazione ha voluto verificare fino a che punto arriva “l’amore” del gigante del software proprietario per il software libero.

Fa tutto parte dell’iniziativa FSF che è iniziata il mese scorso quando è terminato il supporto tecnico di Windows 7 e ha chiesto a Microsoft di rilasciare il sistema : «Ti chiediamo di lanciarlo come software gratuito e di consegnarlo alla comunità per studiarlo e migliorarlo. Microsoft non ha nulla da perdere rilasciando una versione del suo sistema operativo che afferma essere obsoleto » .

È altamente improbabile (se non impossibile) per Microsoft rilasciare il codice sorgente di Windows 7. Semplicemente perché una buona parte di esso è in uso in Windows 8.1 e Windows 10 ed include brevetti che i ragazzi di Redmond non rilasceranno. Tuttavia, l’organizzazione fondata da Richard Stallman ci prova.

“Abbiamo ricevuto un’enorme quantità di risposte alla nostra chiamata per “riciclare” Windows 7. Il conteggio delle firme è stato molto più veloce di quanto ci aspettassimo, nonostante il nostro obiettivo conservativo di 7.777 firme. Abbiamo risposto a dozzine di commenti che esprimevano supporto, preoccupazione e persino indignazione per il motivo che FSF ritenga che riciclare Windows 7 sia una buona idea”

L’ultima azione è stata quella di inviare un disco rigido  a Microsoft con le firme a supporto che erano state intanto raccolte (13.600) per ottenere il codice sorgente .

“Vogliamo che mostrino esattamente quanto amano il software” open source “che citano nella loro pubblicità”, afferma la FSF .

“Se ami davvero il software libero (e siamo disposti a darti il ​​beneficio del dubbio) hai l’opportunità di mostrarlo al mondo. Nella speranza che non stiano solo capitalizzando il modello di sviluppo del software libero nel modo più superficiale e di sfruttamento possibile: usandolo come strumento di marketing per ingannarci e farci credere che si preoccupino della nostra libertà”.

Codice sorgente di Windows 7? E perché non GNU / Linux?

L’abbiamo già detto. Microsoft non fornirà il codice sorgente di Windows 7 e l’iniziativa si può riassumere come un’azione provocatoria.

Più logico sarebbe potuto essere quello di aiutare a promuovere alternative come GNU / Linux e  trarre vantaggio dalla fine di Windows 7 .

Ma è stata l’opzione scelta da Stallman. Se l’obiettivo era attirare l’attenzione, l’obiettivo è stato raggiunto, ma niente di più. La quota di Windows sulla globalità dei computer supera l’88%. Se aggiungiamo il 10% di un altro sistema chiuso come macOS, le alternative “libere” alle quali aspira FSF sono ridotte al massimo al 2% . E nemmeno quello, poiché Stallman rifiuta alcuni componenti inclusi in GNU / Linux non abbastanza liberi. In realtà, a parte questa campagna, Linux non sta sfruttando la fine del supporto tecnico di Windows 7.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO