Installazione pacchetto LAMP su linux ubuntu

In un precedente articolo abbiamo visto come abilitare a server un computer utilizzando il programma XAMPP, essendo però un metodo non consigliabile per un uso professionale del server in quanto ha un livello di sicurezza più basso, vediamo come fare l’installazione dei singoli elementi sul sistema operativo linux ubuntu

La sigla LAMP siglifica Linux – Apache – Mysql – PHP, una volta installato questi elementi sarà possibile testare un sito prima della messa on line, oppure utilizzare vari programmi disponibili in rete che richiedano un ambiente php + mysql.

Per prima cosa installiamo il servizio server “apache”, da terminale dobbiamo digitare il comando sudo apt-get install apache2 ed al termine dell’installazione sarà possibile visualizzare la pagina test digitando localhost sulla barra dell’indirizzo del vostro browser web.

Procediamo ora ad installare il database management “Mysql” digitando il comando sudo apt-get install mysql-server sempre utilizzando il terminale di ubuntu. Durante l’installazione verrà chiesto di impostare una password che servirà a proteggere il database.

Per finire per eseguire il linguaggio di programmazione “PHP” dobbiamo installare il programma digitando il comando sudo apt-get install php libapache2-mod-php php-mcrypt php-mysql ed una volta terminato digitate il comando sudo /etc/init.d/apache2 restart  per riavviare il server “apache”.

L’intera procedura può essere eseguita con un unico comando sudo apt-get install lamp-server^ , io preferisco però installare singolarmente ogni componente.

Per verificare se l’installazione è avvenuta correttamente, con un browser web, digitiamo localhost sulla barra indirizzo per aprire la pagina test di ubuntu, dopodiché verificheremo il corretto funzionamento del PHP digitando su terminale il comando php -r ‘echo “\n\nLa tua installazione PHP funziona bene.\n\n\n”;’  , se compare la scritta “La tua installazione PHP funziona bene” è tutto a posto.

La cartella dove collocare i file del sito che volete testare si trova in file_ system/var/www/html, tenete presente che per modificare cartelle di sistema dovete avere i permessi di super utente e da terminale dovrete digitare il comando “sudo” seguito dal nome del programma di gestione file che utilizzate, nel mio caso il comando diventa sudo nemo.

Per la creazione e gestione dei database trovo che sia un buon programma “MySQL Workbench”, installabile utilizzando ubuntu software center. Una volta avviato, per creare un database, sul menu in alto cliccate su “database” e “connect to database”, una volta entrati cliccate su “create new schema” (vedi immagine sotto) , digitate il nome e salvate. Potrete poi aggiungere tabelle a vostro piacimento, fare personalizzazioni creando dei modelli, esportare ed importare database ecc.

database

Condividi questo articolo:

Lascia un commento

quattordici + quindici =